Alla luce del fazioso comunicato stampa diramato dall’ACD Nardó al termine della gara di domenica 22 aprile contro il Potenza, questa Società attende con fiducia il responso della Giustizia Sportiva visti gli evidenti ed incresciosi episodi che hanno avuto come protagonista un tesserato neretino, facilmente individuabile dalle tante immagini in diretta, sul web e dallo stesso Commissario di campo.

Il tesserato, contravvenendo alle norme sportive, si rivolgeva infatti con toni e comportamenti minacciosi verso la panchina rossoblù, ed è stato trattenuto a stento dagli stewart presenti e dagli stessi allontanato dal campo.

Se “l’esperienza, la tradizione e la conoscenza dello sport e del calcio” è quella vista a Nardò, noi, “inesperti” di tale mondo, abbiamo adesso certezza della strada da non seguire in assoluto, considerando anche il clima di terrore creato ad hoc durante la settimana. Clima che ha causato il divieto di trasferta per i nostri tifosi.
Merito va dato alla sauadra per la vittoria sul campo.
Ma quanto visto fuori dal rettangolo di gioco, siamo certi, non faccia parte del mondo dello sport.

#ForzaPotenza #NoiSiamoPotenza 💪🔴🔵

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone